CADORO
Settembre: diamo il benvenuto in tavola all'uva

Settembre: diamo il benvenuto in tavola all'uva

13 SETTEMBRE 2018

L’uva è il prodotto della vite e nonostante la pianta abbia origini incerte, le sue proprietà e benefici sono conosciuti sin dai tempi più antichi, quando questo frutto rappresentava il simbolo della vita.

Se consumata fresca (uva da tavola) o secca (uva sultanina) non contiene assolutamente alcol e quindi non dà assuefazione e non altera in alcun modo l’equilibrio psicofisico di una persona. Anzi, si dice che la lista delle proprietà medicamentose ascrivibili all'uva sono tanto numerose quanto le sue varietà. Infatti le sue peculiari composizioni chimiche e nutrizionali le permettono di essere utilizzata in diversi settori merceologici: alimentare, fitoterapico, cosmetico, ecc.

Ad esempio gli acini ridotti in purea e applicati su viso e sul collo hanno un potere astringente e rivitalizzante per la pelle e sono utili alla guarigione dell'herpes labialis.

Una presenza rilevante nell’uva è quella di polifenoli e flavonoidi, come antociani e tannini, tutti a elevata azione antiossidante. Non trascurabili anche gli acidi che hanno un ruolo determinante nella trasformazione del vino: l’acido malico, l’acido tartarico e l’acido citrico.

Le proprietà dell’uva però non si limitano alla polpa, uno dei suoi componenti più importanti è un fenolo presente nella buccia: il resveratrolo, che ha proprietà veramente benefiche per la salute.

Secondo alcuni ricercatori, i polifenoli contenuti nell’uva possono aiutare a prevenire la sindrome metabolica, a ridurre la pressione sanguigna e la glicemia.

Le sue proprietà disintossicanti sono notevoli, tanto che esiste una dieta a base d’uva che può essere utile anche alle persone obese per perdere peso. Questa dieta (che come tutte le diete dovrebbe essere seguita da un nutrizionista) consiste nel mangiare almeno 2 kg di uva al giorno abbinandola a un discreto quantitativo di verdura.

Un altro elemento dell’uva, lo pterostilbene, in azione combinata con le fibre, aiuta a ridurre il livelli di colesterolo
L’uva ha inoltre un buon contenuto di minerali come calcio, rame, ferro e manganese, importanti per la formazione e per la robustezza delle ossa. 

Un altro flavonoide, la quercitina, garantisce proprietà antiinfiammatorie e antiossidanti ed è un’ottima fonte di energia, utile in tutti quei soggetti che hanno bisogno di un po’ di sprint con l’inizio della stagione autunnale.

Anche l’apporto di vitamine rende l’uva un vero elisir: vitamina A, C, e K, che insieme agli antiossidanti e ai minerali, rendono questo meraviglioso frutto efficace anche contro le infezioni alle alte vie respiratorie tipiche della stagione fredda.

Nonostante sia dolce, può essere consumata anche dai pazienti diabetici grazie all’abbondante presenza di fitonutrienti che migliorano e controllano la quantità di zuccheri nel sangue e di conseguenza  la produzione di insulina.

Via libera quindi al consumo di uva senza paura, per grandi e piccini, sempre con l’attenzione da riservare ad ogni alimento. Parola d’ordine: mai esagerare.


Buon inizio di stagione a tutti dal vostro Nutrizionista.

Dr.Paolo Paganelli


Richiamo Prodotto Filodiretto Punti Vendita