CADORO
Dall’acqua al piatto: la sostenibilità Cadoro incontra anche la pesca.

Dall’acqua al piatto: la sostenibilità Cadoro incontra anche la pesca.

Attenzione, per aggiungere un contenuto alla tua lista dei preferiti devi accedere o registrarti!
4 OTTOBRE 2018

Secondo un sondaggio di ComRes per Ciwf e Eurogroup for Animals, gli italiani sono sempre più attenti al benessere animale. Anche i pesci sono esseri senzienti, in grado di avere sensazioni positive.

La maggioranza riconosce la necessità di garantire loro condizioni di allevamento consone a esprimere i loro comportamenti naturali e condizioni di pesca che permettano di sentire il minor dolore possibile.

Il benessere animale non è però solo una questione etica legata al mondo “cruelty-free”, ma ha risvolti anche in termini di sostenibilità ambientale: la pesca è un’attività primaria che non può e non deve depredare le risorse dei nostri mari, ma deve svolgersi con tempi e modalità che consentano alle specie di ripopolarsi.

La sensibilità su questo fronte si sta allargando anche in Italia e molte aziende hanno deciso di intraprendere il percorso di certificazione di pesca sostenibile.

L’ente internazionale che rilascia questa certificazione è MSC – Marine Stewardship Council – un’organizzazione non-profit che certifica la tracciabilità del pescato, la sua sicurezza alimentare e anche il basso impatto sull’ecosistema.

Attraverso il Marchio Blu MSC i consumatori sono quindi in grado di riconoscere pesci sani, provenienti da mari o da allevamenti sicuri, tracciati e certificati.

Alla maggiore sensibilità dei consumatori sull’argomento, corrisponde quindi un impegno sempre maggiore delle aziende produttrici e distributrici, di cui fa orgogliosamente parte Cadoro, che già da qualche anno, nell’attuazione dei principi di filiera BeneStare, ha intrapreso una serie di azioni al fine di garantire al consumatore una rintracciabilità totale dalla nascita, alla crescita e alla relativa pesca.

All'animale viene garantito un benessere totale con un’alimentazione sana e naturale,  priva totalmente di OGM.

Ad oggi il progetto vede coinvolte le filiere di orate, branzini e trote, ma contiamo di ampliare la gamma  a disposizione dei nostri clienti.

 

 

 

Fonti:
https://www.ilgiornaledelcibo.it/certificazione-pesca-sostenibile-intervista/
https://www.mark-up.it/mareblu-il-95-del-tonno-da-approvvigionamento-fip/
http://www.adnkronos.com/sostenibilita/risorse/2018/09/10/benessere-dei-pesci-gli-italiani-vorrebbero-etichetta_SBODNF8U9D9rFsFZX5cqdI.html
http://www.greenstyle.it/pesca-italiani-sensibili-sui-temi-sostenibilita-e-cruelty-free-251743.html
http://fishfinder.greenpeace.it/pesca-sostenibile/


Richiamo Prodotto Filodiretto Punti Vendita